Clinique

Clinique moisture surge tinted

Oggi continuiamo nella rassegna “Fondotinta & Basi perfette” parlando di una crema colorata che adoro e che mi sento di consigliarvi ad occhi chiusi.

Si tratta di un prodotto Clinique, la Moisture Surge Tinted, che poi sarebbe la versione colorata della famosa crema rosa – omonima – del brand americano.

Clinique moisture surge tinted.Di questa linea io conosco molto bene anche la crema idratante e l’anno scorso, dopo aver comprato un fondotinta di un colore sbagliato – si, succede anche nelle migliori famiglie! – mi buttai su questa crema colorata perchè cercavo una base leggera che donasse al mio viso una buona luminosità senza un effetto coprente troppo pronunciato.

Non so, è strano: invecchiando non mi interessa più se da sotto la base si vedono le imperfezioni, in quanto preferisco di gran lunga un effetto naturale al finish “cerone”.

Arrivati ad una certa età forse dovrebbe essere il contrario, ma non facciamoci troppe domande e andiamo avanti!

Io vi conosco e so già quale potrebbe essere la prima domanda: ma se si tratta di una crema colorata, che differenza c’è con una BB cream?

Ho indovinato?

La differenza con la BB può essere riassunta così: una qualsiasi BB cream si presenta, per definizione, come un prodotto “tutto in uno” che apporta una buona idratazione quotidiana ma che non ha una coprenza eccellente.

Questa crema invece combina un buon grado di idratazione con una coprenza di tutto rispetto, anche se indubbiamente più leggera rispetto ad un fondotinta tradizionale, ed in più ha una gamma di colori più ampia, essendo declinata in 4 tonalità.

La confezione da 30 ml ha un costo che oscilla tra i 26 e i 28 euro.

Chi di voi la conosce già?

***  **  ***

Ragazze, io per oggi vi saluto  e vi do veramente appuntamento a domani!

Chi di voi verrà a conoscermi e passare un paio d’ora spensierate presso SEPHORA Pisa?

Dai che vi aspetto, dalle 17 in poi!

Skin care quotidiana.

Care amiche, buon lunedì pomeriggio e buon inizio della settimana di Ferragosto!

Oggi voglio fare un aggiornamento degli ormai vecchissimi post dedicati alle creme viso e alla skin care quotidiana, parlandovi dei prodotti sto utilizzando adesso, di quelli che ho utilizzato nei mesi passati e, come sempre, dicendovi con la massima franchezza se mi sono piaciuti o meno.

Come ormai certamente saprete tutte la skin care quotidiana, da farsi mattina e sera, dovrebbe prevedere tre fasi distinte: detergente, tonico, crema.

Perchè dico “dovrebbe”: perchè naturalmente molto dipende dal vostro tipo di pelle e dalle vostre esigenze.

Io stessa, se in inverno applico il tonico almeno una volta al giorno, in estate preferisco farlo una sola volta alla settimana, per rimuovere le cellule morte della pelle abbronzata ma evitare di mandar via tutta l’abbronzatura!

Iniziando dalla detersione, dopo praticamente un anno che usavo un gel della L’Oreal (avete presente quei prodotti che non finiscono mai?) ho deciso di ritornare al mitico step 1 del programma “pelle stupenda, sistema in 3 fasi” di Clinique, ovvero al FACIAL SOAP con il suo inconfondibile astuccio verde.

Vi dico subito che il medesimo detergente viene proposto da Clinique anche in versione liquida, ma io ho preferito riacquistare proprio la saponetta, perchè dura molto di più senza per questo rovinarsi e perchè si può portare anche nel bagaglio a mano senza problemi in caso di improvviso “volo” per un week end fuori porta -magari romantico!-  ;-)

Lo sto usando dai primi giorni del mese di marzo, mattina e sera, e, come potete facilmente vedere dalle immagini, è ancora quasi nuovo.

Questo sapone mi piace molto.

Deterge in profondità senza seccare la pelle e ogni volta, dopo che lo uso, mi sento il viso liscio e fresco.

Inoltre adoro il gesto semplice e quasi antico di sfregare la saponetta sulle mani per formare la schiuma e quella bella sensazione di pelle quasi ruvida (nel senso migliore del termine) che si ha una volta sciacquato via.

Come tutti i cosmetici e le creme Clinique è un sapone assolutamente privo di profumo e di fragranze al 100%.

A coronamento di una descrizione così positiva, posso dirvi che trovo che sia anche un prodotto molto conveniente: il panetto grande, comprensivo di confezione porta sapone, costa 17 euro e dura tantissimo (ritengo, ad occhio, almeno un ann, ma forse anche di più); dopo che lo avrete finito, potrete poi acquistare i saponi singoli, senza ovviamente l’astuccio rigido, ad un costo di circa 13 euro.

Consigliatissimo.

Passiamo alla fase successiva: il tonico.

Anche in questo caso, dopo aver provato prodotti diversi, ho deciso di riacquistare quello che secondo me è in assoluto il miglior tonico in circolazione al momento: la CLARIFYING LOTION, sempre di Clinique.

Di questo tonico esistono ben 5 diverse formulazioni, diverse in base al vostro tipo di pelle:

(http://www.cliniqueitaly.it/cms/product/franchise/3step_system_detail.tmpl?slide=1).

Si tratta di un tonico a base alcolica -basta aprire il flacone ed annusarlo- che va applicato con un dischetto di cotone su naso, fronte, guance e mento, per eliminare impurità e cellule morte.

Assolutamente no su labbra e contorno occhi.

Io ho preso la n.2 per pelli aride o miste, in quanto meno aggressivo di quello per le pelli oleose e tendenti ad imperfezioni e leggermente più forte di quello per pelli ultra delicate.

Anche se l’uso consigliato è mattina e sera, io lo uso così: in inverno, una sola volta al giorno, di solito la sera dopo che mi sono struccata per meglio far assorbire alla pelle la crema e perchè, ve lo giuro, niente come questo tonico toglie dalla faccia la giornata di lavoro, la stanchezza, la sensazione “pelle spenta e giallastra” e il treno -essendo pendolare…-!

In estate, una sola volta la settimana per eliminare le cellule morte, che mai come in questo periodo dell’anno tendono a spegnere il colorito del viso, per poi meglio abbronzarmi su viso e collo.

Notevole il rapporto qualità prezzo: circa 20 euro per un flacone da 200 ml che, fidatevi, vi durerà mesi e mesi (vedete il livello del mio, nella foto? Il periodo di utilizzo è lo stesso del sapone!).

Anche questo prodotto, dunque, è assolutamente consigliato.

Prima di ritornare in casa Clinique ho provato un tonico di Boots Laboratories, Optivia, da cui forse mi aspettavo troppo, e il Dermagenesi di L’Oreal che non mi è piaciuto.

In entrambi i casi, infatti, non ho riscontrato particolari benefici dal loro utilizzo.

E veniamo adesso al capitolo creme viso.

Attualmente sto utilizzando una crema viso dell’Erbolario, chiamata IDRATAZIONE INTENSA.

Mi piace?

Mmm, onestamente non troppo.

Forse perchè è caldo e la texture è molto liquida e non si assorbe tanto facilemte, almeno per quanto riguarda la mia pelle, quindi mi lascia un lieve alone lucido sul viso che devo asciugare più volte, di tanto in tanto, nel corso della mattina.

Dato che non è costata pochissimo (21 euro il tradizionale vasetto da 50 ml) la finirò, ma poi mi orienterò sicuramente su altri lidi.

Attenzione: non sto dicendo che non è buono il marchio Erbolario, con cui personalmente mi sono sempre trovata bene, ma proprio questa crema in particolare che a me non piace.

Ci tengo a precisarlo perchè vorrei provare la crema viso della linea Argan e non vorrei essere tacciata di incoerenza! :-D

A conclusione di questo lungo post, vorrei parlarvi brevemente di altre creme viso che ho provato nei mesi scorsi, diciamo dall’inizio dell’anno ad ora.

Sempre di Boots Laboratories ho provato, in abbinamento al tonico di cui sopra, il siero Optiva Aqua capture, e non mi è piaciuto.

Troppo poco idratante -del resto è un siero…- richiedeva l’applicazione di un’altra crema sopra e sinceramente già la mattina la mia skin care è composta di diversi passaggi, aggiungerne un altro non aveva senso!

Successivamente, dopo aver letto dei commenti positivi in rete e sentito delle buone recensioni su youtube, ho provato la crema nutriente Essence My skin agli estratti di bambù e melograno.

Questa l’ho voluta provare anche per il prezzo shock (meno di 3 euro -2.5 se non sbaglio- per il vasetto da 50 ml!), ma devo dire che ne sono rimasta piuttosto delusa.

Non mi è piaciuta la texture, non mi è piaciuto l’effetto che ha sulla pelle una volta applicata e alla fine, considerata la spesa, non l’ho neppure finita come crema viso e l’ho reimpiegata come crema per i piedi, visto l’avvicinarsi della stagione di sandali e infradito!

Non male, per quell’utilizzo…

Due, invece, sono state le creme che più mi hanno colpito e che purtroppo non potrò probabilmente comprare mai più dato il prezzo assolutamente proibitivo (almeno per ora).

Le ho provate esclusivamente perchè le ho trovate in un mini formato prova con un prezzo al di sotto i 20 euro, altrimenti forse non le avrei neppure potute provare così.

La prima è una crema di Clinique, la Moisture sourge intense.

E’ una crema molto fondente, dalla texture al confine con un fresco gel, che lascia pelle del viso liscia e luminosa.

Uno di quei rari prodotti (insieme a quella di cui vi parlerò tra breve) di cui si possono vedere gli effetti benefici nell’utilizzo prolungato nel tempo.

Ho preso la confezione da 30 ml a 17 euro e vi giuro che mi è dispiaciuto da morire finirla, sapendo che a prezzo pieno (45.5 euro per i soliti 50 ml!) non l’avrei potuta ricomprare.

La seconda è una crema di Estee Lauder, la DayWear, che comprai in formato da 15 ml ad un prezzo lancio di 15 euro, e che fa parte della linea DayWear dove troverete anche la buonissima BB cream firmata Estee Lauder di cui mi sono innamorata in aprile!

Si tratta di una crema antiossidante e multi protezione, con un buon SPF 15, che costituisce un vero e proprio cibo per la pelle.

Già dalle primissime applicazioni, l’incarnato è più compatto, più omogeneo, più luminoso, per un risultato nel tempo quasi senza pari.

Purtroppo la versione full size è quasi inaccessibile (siamo sui 50 euro abbondanti…) e quindi, a meno che non ricapiti un’occasione prova, l’ho dovuta momentaneamente abbandonare… :-(

C’è da dire, comunque, che Estee Lauder fa diverse offerte prova per i suoi prodotti e propone, nelle profumerie concessionarie, degli interessantissimi cofanetti con tanti prodotti in offerta, anche full size.

Ricordiamoci sempre che è una delle marche più prestigiose al mondo per trattamenti viso e trucco (per chi di voi non lo sapesse la Clinique è la marca “povera”, davvero tra mille virgolette, di questo colosso americano della cosmetica!).

Sogno ad occhi aperti il giorno in cui potrò finalmente provare il mitico siero Advance night repair, e per il momento devo accontentarmi dei campioncini che generosamente le commesse di Douglas mi danno ogni tanto quando vado da loro.

Del resto: sono una delle migliori clienti ;-) !

E voi?

Quali prodotti per la cura del viso state utilizzando, quali vorreste utilizzare?

Aspetto i vostri preziosi commenti e vi saluto, al prossimo post!

A presto.

In arrivo a marzo: Chubby Stick di Clinique!

Stanno arrivando anche in Italia -so che altrove sono già disponibili!- i nuovi balsami idratanti colorati by Clinique: i Chubby Stick!

Li trovo ADORABILI e chi li ha già usati garantisce per la qualità ;-)

“Pratico come un rossetto, luminoso come un gloss”, recita la pubblicità; 6 tonalità disponibili, tratto preciso e veloce.

Ah, vi preoccupate perchè non avete un tempera matite adeguato? Ma non serve, basta girare la base! ;-)

A presto!

Almost powder makeup di Clinique.

Un post rapido ma efficace come la soluzione make up che vi vado a proporre oggi!

Passando fuori casa praticamente tutta la giornata, mi sono messa alla ricerca di un prodotto che mi consentisse di fare dei ritocchi precisi, veloci e poco “pasticciati” al mio fondotinta, garantendomi al tempo stesso un risultato naturale e poco artefatto.

Impresa impossibile? Non direi!

Dopo essermi trovata tanto bene con il fondotinta Clinique Superbalanced (http://trucchideltrucco.wordpress.com/2010/10/13/come-e-andata-la-prova-del-superbalanced-makeup-di-clinique/) ho deciso in prima battuta di dare uno sguardo proprio ai prodotti Clinique, anche perchè la Clinique è sempre stata famosa per i suoi fondotinta e polveri compatte, anche quando ancora non andavano tanto di moda.

Mi imbatto così in una novità, l’Almost powder Makeup SPF 15, un fondotinta minerale compatto che già al primo sguardo attira la mia attenzione.

La cosa che colpisce subito anche dal tester di profumeria è la consistenza di questo fondotinta: leggerissima!

E’ una polvere compatta, che una volta raccolta con l’apposito pennello diventa quasi inconsistente, garantendo però una buona coprenza e un buon risultato di colore.

Come dire: c’è e non c’è!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa caratteristica rende questo prodotto prefetto proprio per un ritocco su un make up già applicato, per definire meglio i punti dove va a sbiadirsi con il passare delle ore della giornata, oppure per un make up leggero, ideale nella primavera che sta arrivando, quando la voglia di leggerezza contagia l’abbigliamento e non solo!

6 tonalità per far contente tutte le pelli, un fattore protezione 15 che non guasta e la garanzia di un prodotto Clinique, in un fondotinta leggerissimo contenuto in una confezione piccola e compatta, fantastica da postare sempre in borsa per un trucco last minute.

Costo (variabile in base al punto vendita): da 30 a 34 euro per 13 grammi di prodotto.

Consigliatissimo!

Come è andata la prova del SUPERBALANCED MAKEUP di Clinique.

Dove eravamo rimaste?

Eravamo rimaste che “Quest’inverno ne faremo di tutti i colori”  e tra una

prova make up e l’altra vi segnalavo una novità delle profumerie, lo scambio di fondotinta proposto da Clinique, http://www.cliniqueitaly.it/index.php?idinfo=850.

Vi rinfresco un attimo la memoria: IN TUTTE LE PROFUMERIE ADERENTI E’ POSSIBILE PORTARE UN FONDOTINTA VECCHIO, DI QUALUNQUE MARCA, ED AVERE IN CAMBIO UN KIT DI 5 BUSTINE DEL MITICO SUPERBALANCED DI CLINIQUE, che qui accanto potete ammirare in tutto il suo splendore ;-)

Ovviamente la vostra Esteta preferita non poteva farsi scappare un’occasione così ghiotta e così, una volta recuperato un fondotinta quasi finito e ormai scaduto, mi sono recata alla Gardenia per avere il mio test prova gratuito.

Dopo una settimana abbondante posso dirvi come è andata la prova: benissimo!

Il risultato, infatti, è che appena finirò il mio fedele Normateint di Vichy, acquisterò senza ombra di dubbio questo qui di Clinique, che mi è piaciuto davvero tantissimo.

Voto? Sicuramente 9.

Andiamo con ordine.

C’è da dire, per prima cosa, che le bustine che vengono date in omaggio e che dovrebbero consentire una settimana di prova, in verità durano molto di più.

Infatti, per un risultato coprente ma naturale al tempo stesso, basta davvero una piccola quantità di prodotto, per cui sarà sufficiente aprire le singole bustine facendo un piccolo taglio diagonale in uno degli angoli (onde evitare che il prodotto si secchi) e dosarlo di volta in volta.

Questo fa ben sperare anche per l’acquisto, in quanto sarà senz’altro un prodotto che durerà molto a lungo.

La bottiglina di vetro e il tappo ermetico faranno il resto.

Per quello che ho potuto vedere, una bustina dura anche 4 giorni!

Il colore che viene distribuito come campione è il n. 5 vanilla, un colore tendenzialmente chiaro che va bene per una carnagione non troppo scura.

Le tonalità disponibili per l’acquisto, invece, sono ben 8.

La texture è davvero fondente.

Facendo una piccola premessa, questo fondotinta si chiama Superbalanced proprio perchè è un cosiddetto “fondotinta intelligente”, in grado di riconoscere le zone secche del viso per idratarle e quelle invece che tendono a diventare lucide per opacizzarle.

L’effetto finale è perfetto, la pelle risulta omogenea e senza imperfezioni tutto il giorno e in tutte le condizioni climatiche.

Il costo è di 26 € circa, variabili a seconda delle profumerie e delle promozioni.

A mio avviso non è un costo poi troppo eccessivo, visto che stiamo parlando di un fondotinta di una delle più importanti case cosmetiche per quel che riguarda la cura della pelle.

Non dobbiamo dimenticarci, infatti, che Clinique è quella del famoso “Sistema di cura delle pelle in 3 fasi” e che per quanto riguarda i fondotinta vanta davvero un’esperienza su cui pochi altri possono contare.

Inoltre consiglio sempre di non risparmiare su questa tipologia di prodotto perchè comunque si tratta sempre di un fluido che sta a contatto con la pelle del viso, molto delicata in alcuni punti come contorno labbra e occhi, e sul quale quindi è bene spendere anche qualcosina in più.

Per dovere di cronaca vi informo anche che la formula superbalanced è ora disponibile anche nel formato cipria, con la nuovissima Superbalanced Powder Makeup, disponibile in 4 tonalità.

Ottima come soluzione estremamente naturale quando si ha poco tempo a disposizione per il make up e si preferisce un trucco “acqua&sapone” con solo un leggero strato di polvere coprente, un filo di rossetto, eyeliner e mascara!

 

A presto, con “Quest’inverno ne faremo di tutti i colori parte 3″.