Home » Cura del Corpo » Salute e benessere » Diete detox: perché non funzionano?
Diete detox funzionano
Salute e benessere

Diete detox: perché non funzionano?

Quante volte avete sentito parlare di beveroni di erbe e altri rimedi utili per disintossicarsi?
Mi dispiace dirvelo ma la scienza dice che non sono utili e che, addirittura, potrebbero fare male se consumati per intervalli di tempo troppo lunghi.
Come fare quindi a “disintossicarsi”? Stile di vita sano, alimentazione corretta e scarpe da ginnastica!

Diete dietox funzionano

Diete detox: cosa sono?

Specialmente dopo le feste (e non solo) siamo continuamente tartassati da pubblicità che propongono rimedi e prodotti miracolosi.
Le diete detox, infatti, sono purtroppo seguite da moltissime persone in tutto il mondo.

Quando parliamo di diete detox parliamo di diete, da seguire per un breve periodo di tempo, in cui si eliminano molti alimenti e in cui c’è una drastica restrizione calorica. Promettono di far perdere peso, di migliorare capelli, unghie e digestione, e, per non far mancare niente, anche di stimolare il sistema immunitario.
Ovviamente c’è una perdita di peso, ma questo è scontato perché c’è una forte restrizione calorica. Il nostro corpo è come una macchina: se ingeriamo meno di quello che consumiamo il peso scenderà.

Solitamente queste diete si basano sul consumo di frutta e verdura e di grandi quantità di fibre. Sono ovviamente banditi, in questa dieta, tutti gli alimenti industriali e anche tutti gli alimenti di origine animale, che come sappiamo sono ricchi di proteine ad alto valore biologico, cioè che contengono tutti gli amminoacidi essenziali per il corretto funzionamento del nostro metabolismo.

Ci sono anche delle diete detox più drastiche e spesso non salutari che prevedono il digiuno prolungato per più giorni, l’assunzione di numerose tisane drenanti e l’eliminazione del cibo in favore di estratti e centrifugati.

Tutta la comunità scientifica concorda sul fatto che questa sia una moda “pericolosa e inefficace”.

Perché le diete detox non funzionano?

  • I nostri organi sono ogni giorno impegnati nello smaltimento delle sostanze nocive e degli agenti tossici eventualmente inclusi negli alimenti. Tale compito è svolto prevalentemente dal fegato, che è la sede dove avvengono tutti i processi che portano alla detossificazione. Il sintesi il corpo ha un sistema ben collaudato con cui si purifica e rimuove scorie e tossine.
  • Non esiste alcun alimento o integratore intrisecamente purificante o detossificante.

È però vero che ci sono delle sostanze che possono supportare il fegato nelle sue funzioni detossificanti, e tra queste vi sono degli amminoacidi di cui le diete detox tradizionali, che prevedono il consumo di soli alimenti vegetali, ne sono assolutamente carenti.

Le diete detox non funzionano e non servono perché il miglior modo per mantenere il fegato e l’intero organismo in salute è seguire una corretta alimentazione e avere uno stile di vita sano. Il punto di partenza è sicuramente praticare attività fisica, fare 5 pasti al giorno e consumare 5 porzioni di frutta e verdura. Queste regole basilari, che potete trovare sulle bacheche di qualsiasi studio medico, sono sufficienti per la prevenzione delle malattie infiammatorie, metaboliche e cronico-degenerative.

Attenzione alle tisane!

Quando si cerca di dimagrire si punta anche a bere molta acqua. È utile, ma non troppa perché anche troppa acqua può avere conseguenze pericolose.
Il consumo di tisane può avere delle controindicazioni perché si tratta di erbe che contengono principi attivi il cui consumo eccessivo può essere pericoloso. Dobbiamo sempre ricordare, infatti, che i prodotti naturali non sono privi di effetti collaterali.

Digiuno

Con le diete detox si parla spesso di digiuno. Anche qui bisogna evitare situazioni estreme perché digiunare può essere un pericolo se non si fa con criterio. Si può infatti rischiare di andare incontro a carenze nutrizionali di vitamine e minerali.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *