Home » Cura del Corpo » L’Esteta risponde da sotto l’ombrellone: consiglio #2.
Cura del Corpo

L’Esteta risponde da sotto l’ombrellone: consiglio #2.

Consiglio #2: occhi delicati al mare.

Chi di voi soffre di lacrimazione fuori controllo, “cispie“, come diciamo noi in Maremma, che poi sarebbero quelle odiosissime crosticine che si formano durante la notte nell’angolo interno dell’occhio e che se provi a toglierle senza l’acqua ti fanno un male cane, in questo periodo dell’anno?

Io si, da morire.

Saranno gli occhi chiari, che con la luce del sole estivo diventano ancora più sensibili, saranno i vari agenti atmosferici avversi, insomma io da luglio a settembre soffro del seguente fenomeno: quando vado a mettere le mie lenti a contatto abituali (le mensili Air Optix di Ciba Vision) sento costantemente come se avessi dei granelli di sabbia negli occhi, soprattutto nell’occhio sinistro.

Questo fa sì che i miei occhi, alla lunga, lacrimino di continuo e dopo un po’ la lente si attacca alla palpebra e quando la muovo va su e giù.

Un disastro, non credete?

Oltre ad essere un fenomeno molto fastidioso per i miei occhi, che mi costringe a togliere le lenti anche dopo poche ore e a stare per giorni con gli occhiali, questo mi impedisce di truccarmi, perchè il trucco e la successiva fase di strucco irritano ancora di più i miei occhi.

La prima volta che mi è successo ho creduto che fosse un’irritazione passeggera come a volte succede a chi porta le lenti a contatto, ma dato che ogni volta che andavo a metterle si verificava puntualmente, anche con lenti nuove, ho deciso di chiedere al mio ottico.

Dopo una visita all’occhio questo è stato il responso: la sensazione di granelli di sabbia nell’occhio è data da una piccola irritazione che va ad interessare la parte interna della mia palpebra, una cosa frequente quando fa molto caldo.

E’ come una sorta di allergia, che si manifesta con piccole bollecine bianche.

Nulla di grave, quindi, ma che fare per risolvere questo problema?

Voglio dire, se non posso mettere le lenti quando vado al mare o per uscire la sera, quando le devo mettere?

Oggi voglio condividere con voi le mie personali tecniche per evitare questo fastidio agli occhi, affinate nel tempo con l’aiuto del mio ottico e testate per voi!

Consiglio #1: in estate usare solo lenti giornalire, soprattutto in vacanza.

Io ormai mi sono rassegnata all’idea che, almeno quando vado al mare tutti i giorni in agosto, devo usare lenti giornalire, così almeno la sera le butto e il giorno dopo ne ho un paio nuove, più sottili e sempre pulite.

Le migliori lenti giornalire che ho provato sono queste:

Le lenti Bio True di Bausch + Lomb sono innovative, perchè create seguendo la biologia dell'occhio umano. Io ho provato anche il liquido di conservazione, ottimo. Costo delle lenti: 27 euro per un pacchetto da 30 lenti.
Le lenti Bio True di Bausch + Lomb sono innovative, perchè create seguendo la biologia dell’occhio umano.
Io ho provato anche il liquido di conservazione, ottimo.
Costo delle lenti: 27 euro per un pacchetto da 30 lenti.
Le lenti Dailies Total 1 di Ciba Vision sono create con un particolarissimo silicone sottile che non viene percepito dall'occhio. Comfort assoluto, credetemi!Costo: 31 euro per un pacchetto da 30 lenti.
Le lenti Dailies Total 1 di Ciba Vision sono create con un particolarissimo silicone sottile che non viene percepito dall’occhio.
Comfort assoluto, credetemi!Costo: 31 euro per un pacchetto da 30 lenti.

Consiglio #2: disinfettare al meglio le lenti mensili.

Ovviamente può capitare che si indossino le lenti a contatto solo per poche ore al giorno, magari la sera per uscire.

E a questo punto è uno spreco usare le lenti giornaliere.

Così, quando voglio continuare ad usare le lenti mensili, cerco di disinfettarle al meglio, usando liquidi di conservazione specifici e pastiglie effervescenti che vanno ad eliminare in profondità le proteine che si accumulano sulla superficie della lente.

Sempre di Ciba Vision, le pastiglie Unizyme e il liquido AO Sept che aiutano la pulizia approfondita.

Sono pastigline effervescenti che vanno messe nel porta lenti insieme al liquido di conservazione o alla soluzione salina. Si lasciano agire per minimo 15 minuti, massimo 10 ore e restituiscono lenti a contatto come nuove. Da fare una volta alla settimana. Costo: circa 8 euro per la confezione con 12 pastiglie.
Sono pastigline effervescenti che vanno messe nel porta lenti insieme al liquido di conservazione o alla soluzione salina. Si lasciano agire per minimo 15 minuti, massimo 10 ore e restituiscono lenti a contatto come nuove.
Da fare una volta alla settimana.
Costo: circa 8 euro per la confezione con 12 pastiglie.
Il liquido AO Sept di Ciba Vision aiuta a conservare al meglio le lenti, eliminando tutte le proteine ogni volta che le mettete in conservazione. Il costo varia dai 10 ai 15 euro, in base anche al formato del flacone.
Il liquido AO Sept di Ciba Vision aiuta a conservare al meglio le lenti, eliminando tutte le proteine ogni volta che le mettete in conservazione.
Il costo varia dai 10 ai 15 euro, in base anche al formato del flacone.

Consiglio #3: idratare l’occhio al minimo segno di secchezza.

Appena sento l’occhio seccarsi non lascio correre, ma passo subito all’attacco con delle lacrime artificiali di buona qualità che mi aiutano a mantenere sempre la giusta umidità oculare.

Dopo averne provati tante, le mie preferite sono le Blink Intensive Tears di Abbott, un prodotto a mio avviso diverso dalla normale gamma di lacrime artificiali.

Blink lacrime artificiali AbbottSono davvero ottime e le uso anche quando non porto le lenti.

Un ultimo consiglio: limitare l’uso delle lenti allo stretto indispensabile.

Più lo lasciamo respirare, più il nostro occhio ci ringrazierà!

A presto, dalla vostra Esteta.

Lascia un commento

0 risposte a “L’Esteta risponde da sotto l’ombrellone: consiglio #2.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *