Home » Make Up » L’Esteta risponde insieme a SEPHORA – Lezione #5: trucco fotografico HD
Make Up

L’Esteta risponde insieme a SEPHORA – Lezione #5: trucco fotografico HD

Buongiorno followers, buon Sabato, buon Week end!

Questa mattina voglio raccontarvi com’è andata ieri da SEPHORA Pisa la lezione dedicata al trucco fotografico (qui, qui, qui e qui le lezioni precedenti, per chi se le fosse perse!), dove insieme ad Alessandra abbiamo mostrato alle ragazze che si sono fermate in make up station come realizzare un trucco in high definition perfetto per un servizio fotografico importante.

Volendo parlare di trucco fotografico, potevamo decidere di parlare del trucco scenico/artistico – tipo il body painting – o del trucco migliore per le occasioni importanti, dove è di fondamentale importanza uscire bene in un lavoro di fotografia professionale: matrimonio, laurea, album di scatti ricordo per la famiglia e così via.

Dato che far parte di un servizio di body painting è una cosa più inusuale, abbiamo deciso di svelare tutti i trucchi per un effetto “foto perfetta”, che sicuramente può capitare più spesso ad ognuna di noi.

Per fare questo ci siamo orientate prevalentemente sui prodotti HD di Make Up For Ever e sui long lasting di Benefit, come il nuovo primer 15 ore Stay Flawless e i fondotinta Hello Flawless.

I fondotinta HD di MUFE, ideati per i trucchi fotografici professionali.
I fondotinta HD di MUFE, ideati per i trucchi fotografici professionali.
Benefit Stay Flawless 15 hours primer!
Benefit Stay Flawless 15 hours primer!
Benefit - Hello Flawless
Benefit – Hello Flawless

Ieri mi hanno dotato anche di un microfono, e devo dire che è stato molto divertente sentire la mia voce in filodiffusione per tutto il negozio!

Penso che sia stato interessante anche per le clienti, in quanto anche stando al piano superiore potevano seguire la nostra lezione make up!

Professional! O POREfessional?!
Professional!
O POREfessional?!
Ready to go!
Ready to go!

Come sempre, abbiamo individuato una modella tra le ragazze del nostro pubblico sulla quale Alessandra ha realizzato il trucco, fatto di prodotti di altissima qualità, piena conoscenza e padronanza delle tecniche make up e pennelli che in mano sua diventano delle piccole bacchette magiche!

Come prima cosa ci ha spiegato che quando vogliamo realizzare un trucco HD che duri tutto il giorno è opportuno non idratare troppo la pelle per quella singola occasione.

Mi spiego meglio: idratare con regolarità la pelle del viso e  del collo è la prima buona regola per evitare l’invecchiamento cutaneo precoce, per cui non dimenticate mai di applicare un trattamento specifico per il vostro viso mattina e sera.

Tuttavia, in una singola occasione speciale – leggi, ad esempio, matrimonio – meglio lasciare da parte l’idratazione (per un singolo giorno non succede nulla) e procedere alla detersione del viso facendola seguire da un tonico astringente, che farà sì che la vostra pelle regga meglio il trucco e non lo faccia sciogliere.

I prodotti specifici definiti HD sono nati solo recentemente, quando le nuove tecnologie hanno portato sul mercato strumenti professionali HD come macchine fotografiche o televisioni al cui vaglio i vecchi prodotti make up mostravano comunque le imperfezioni della pelle delle modelle, anche se truccate da truccatori professionisti.

La particolarità di questi cosmetici sta nel fatto che la loro composizione è fatta di particelle molto molto micronizzate, che consentono una vera modulabilità del prodotto senza creare degli strati di colore ma un risultato sempre ben uniforme.

In queste linee troverete tantissime declinazioni di colore perchè molto spesso, per ottenere un vero risultato professionale, è opportuno mescolare anche 2 o 3 fondotinta al fine di ricreare la nuance perfetta per la nostra pelle.

Tanto per darvi un parametro: l’HD Foundation di MUFE è disponibile in 26 colori, i primer HD in 7 formulazioni diverse per problematiche specifiche, i correttori HD in 14 diverse nuances.

Come potete vedere l’attenzione al mach perfetto pelle-colore è molto importante, proprio perchè in fotografia queste piccole cose diventano di grandissima importanza.

L'Esteta risponde insieme a SEPHORA

L'Esteta risponde insieme a SEPHORA

Testing!
Testing!

L'Esteta risponde insieme a SEPHORA

Quando ci trucchiamo per delle fotografie importanti è sempre opportuno passare il fondotinta anche sulle orecchie – che sono la prima parte del corpo ad infiammarsi quando siamo emozionati! – e su buona parte del collo, per evitare stacchi di colore antiestetici.

Se poi il servizio fotografico prevede dei nudi, il colore andrà applicato anche sul corpo interessato dalla fotografia.

Per questo scopo ci sono dei prodotti specifici “face and body” dalla texture particolarmente fluida, che si usano mescolati tra di loro proprio come si fa con i colori che si usano in pittura.

Per un risultato HD l’applicazione del fondotinta deve esser fatta con il pennello piatto a lingua di gatto e con le spugnette triangolari, per ottenere un eccellente compromesso tra finish naturale ma ben coprente.

Alessandra ci spiegava che il motivo per cui in fase di trucco professionale per shooting fotografico è opportuno eccedere un po’ con i singoli prodotti è dato dal fatto che la macchina fotografica quando cattura l’immagine la priva di una gran parte delle colorazioni presenti sulla nostra pelle e visibili ad occhio nudo.

Motivo per cui un ombretto che a cose normali vi sembrerà molto molto acceso, in foto non vi sembrerà poi così eccessivo.

Una delle prime cose a svanire in fotografia è il fard.

La ripresa fotografica si trattiene nei suoi meandri nascosti fino al 30% del colore che riusciamo invece a vedere dal vivo, ed ecco allora che esistono anche i blush specifici HD, in una formulazione rigorosamente fluida per un effetto super fondente.

Parlando di fard e di trucco fotografico vi posso anche dire che una tecnica che assume un’importanza veramente cruciale quando si deve posare per l’obiettivo è il contouring, che attraverso un sapiente gioco di luci e ombre consente di dare tridimensionalità ad un’immagine che, differentemente, sarebbe percepita dai nostri occhi solo in 2D!

La nostra lezione si è concentrata prevalentemente sulla base, in quanto sicuramente è quella la cosa principale da realizzare bene quando sappiamo che ci faranno delle fotografie per noi speciali.

Una volta finito con l’applicazione dei prodotti fluidi, Alessandra ha fissato il suo lavoro con la cipria bianca HD, un prodotto divenuto ormai famosissimo in quanto presente anche in altre collezioni make up non necessariamente per professionisti.

Questa cipria una volta applicata risulta essere completamente trasparente e serve per opacizzare ulteriormente il lavoro eseguito.

Quando si devono fare delle fotografie, infatti, è opportuno evitare accuratamente tutti i prodotti viso con effetti metallizzati, shimmer o, peggio mi sento, glitterati, che hanno come unica conseguenza quella di mettere in risalto i difetti del viso, di crearne di nuovi se non ci sono e di riflettere la luce dei flash in un modo del tutto falsato!

Alessandra ci spiegava che anche quando si vedono sulle riviste delle modelle truccate a glitter, in verità l’effetto del brillantino viene molto spesso aggiunto in un secondo momento con l’auto del computer.

Quindi, meglio utilizzare prodotti opachi anche per gli occhi e le labbra.

Tutti i prodotti di cui abbiamo parlato sono prodotti pensati per i make up artist.

Questo significa che sono cosmetici altamente performanti che a fronte di un costo maggiore rispetto ad altri analoghi, assicurano un effetto duraturo con l’utilizzo di micro-quantità di prodotto.

Chi di voi è curioso di provare su di sé il trucco a prova di fotografia?

Io per il momento vi saluto e vi ricordo che il prossimo Venerdì, 1 novembre, il negozio sarà chiuso, per cui vi aspetto tra 2 settimane con una lezione imperdibile tutta dedicata ai rossetti in abbinamento con lo smalto!

A presto, dalla vostra Esteta.

Lascia un commento

0 risposte a “L’Esteta risponde insieme a SEPHORA – Lezione #5: trucco fotografico HD”

  1. Non sono un’esperta di make up e non metto in dubbio le competenze e la professionalità di Alessandra però non sono d’accordo con ciò che ha detto e che tu riporti in questo post. Il mese scorso ho fatto da testimone al matrimonio di mia sorella e mi sono truccata da sola con i prodotti che ho in casa: non sono costosi né famosi come quelli di MUFE eppure non mi hanno delusa. Il trucco è durato tutto il giorno senza sbavare, ho volutamente usato un ombretto con i brillantini che non hanno messo in risalto i difetti del mio viso, non ho utilizzato il contouring perché non ne sono capace eppure nelle foto sono uscita bene tanto da farmi pensare “Anche io posso sentirmi bella se ben truccata”. Stesso discorso per il trucco che ho scelto l’anno scorso per la mia laurea: è durato tutto il giorno, l’ombretto ha messo in risalto il colore dei miei occhi e anche in quel caso mi sono sentita bella (se poi gli altri non sono d’accordo non mi interessa).
    In definitiva questo post mi è piaciuto molto e, ripeto, non metto in dubbio le conoscenze dei professionisti però ho la sensazione che l’attenzione sia posta sui prodotti di un certo marchio e, quindi, sul pubblicizzare quest’ultimo.

    • Come ho scritto quasi subito, abbiamo usato solo prodotti MUFE in quella giornata, per cui più che pubblicizzare il marchio si è trattato di dire come sono stati usati i suoi prodotti. Alla fine sono dei consigli che vengono da una persona del settore, ma certamente non rappresentano la verità assoluta in materia make up. I prodotti MUFE sono rivolti ai truccatori, i quali spesso hanno anche degli sconti per comprarli (come mac) e costano tanto perché hanno, lo dico molto francamente, una diversa qualità. Questo non vuol dire assolutamente che non si possano utilizzare con grandi soddisfazioni anche prodotti di fascia prezzo diversa. Sono la prima ad avere un beauty case che spazia dai 3 euro in su! Nell’incontro di quel pomeriggio abbiamo solo voluto dare un taglio diverso alla spiegazione, orientandoci su prodotti forse meno conosciuti ma che effettivamente vengono usati spesso sui set fotografici.

  2. ciao ho letto il tuo blog perche mi sto informando sui “trucchi del mestiere” in quanto al mio matrimonio vorrei truccarmi da sola. sono sempre stata appassionata di makeup e non mi fido a farmi truccare da un altra per un giorno cosi importante.
    detto questo non sono d’accordo con il consiglio di fissare il fondotinta con la cipria HD della makeup forever.. ma neanche quella della MAC sempre HD.. il motivo è che quando si fanno le foto con il flash poi le parti dove hai applicato questo prodotto (generalmente la zona T) sono bianche! effetto farina in faccia! anche se ad occhio nudo ti sembrerà di avere una pelle di porcellana nelle foto non sarà così.. neanche io ci credevo.. perciò mi sono fatta truccare da un commesso di Sephora con questa cipria e poi ho scattato la foto con il flash ed il risultato era questa maschera bianca!

    provatelo

    • Ciao! Intanto ti capisco perchè anche io quest’anno mi sposo e anche io mi truccherò da sola, nonostante il parere contrario di tanti!
      Sai cosa ho provato per evitare l’effetto farina che dici tu? Ho applicato la polvere con la beauty blender umida, ed effettivamente è tutta un’altra storia, il prodotto si fissa ma non resta polveroso!
      Mai provato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Douglas

Social


Sezioni Dedicate

Armani
ARTDECO
Astra
Bakel
Beleza Pura
Benefit
Benessere
Bottega Verde
Cantoni
Catrice
Chanel
Clarisonic
Deborah Milano
Dior
Essence
EuPhidra
KIKO
L'Oreal
Lancome
LUSH
MAC Cosmetics
Maybelline
NABLA Cosmetics
NARS
Pupa
Rimmel London
SEPHORA
Urban Decay
Wycon
Yves Saint Laurent