Home » Make Up » Unghie » OPI Sheer Tint review
Unghie

OPI Sheer Tint review

Buon Lunedì dell’Angelo, ragazze!
Oggi voglio mostrarvi la mia scelta per una manicure da viaggio colorata e praticissima, realizzata con uno dei nuovi OPI Sheer Tint acquistato a Bologna al Cosmoprof.
Prima di andare nel dettaglio: che cosa sono gli Sheer Tint? Sono dei top coat leggermente colorati ad effetto acquarello, che possono essere usati tono su tono per intensificare il colore di un altro smalto, per realizzare manicure con tonalità a scalare – degradè – o da soli, quale delicato tocco di colore semi trasparente per mani sempre curate anche senza l’applicazione di uno smalto colorato “tradizionale”.

OPI sheer tintAppena li ho visti sulla pagina Facebook di OPI ho pensato che almeno uno doveva esser mio, perché l’idea, qualche volta, di poter fare una manicure sheer mi piace moltissimo.

Inoltre c’è da dire che, come spesso succede, non sono una novità mai vista prima nel panorama beauty: anni fa – si parla della metà degli anni ’90 – era molto in voga questa tipologia di smalto, che proprio per il loro caratteristico finish traslucido era l’unica che mia mamma mi permetteva di indossare, motivo per cui ho anche un ricordo affettivo legato a loro!

OPI sheer tintI colori proposti da OPI sono 4:

I’m never Amberassed, descritto come “un tocco di ambra liquida delicatamente tendente al giallo”;
Be Magentale with me, che è quello scelto da me, un rosa molto tenue e delicato dall’irresistibile effetto “unghia sana”;
Don’t Violent me down, viola ametista;
I can teal you like me, blu sheer.
Anche se era possibile acquistare il kit composto dai 4 smalti in versione mini size, ho preferito puntare su un unico colore che sicuramente avrei usato di più, scegliendo così il rosa.
L’effetto sulle mani è questo:

OPI sheer tint

OPI sheer tint

OPI sheer tint

OPI sheer tintCome potete vedere, il colore è molto tenue e delicato, con un’allure indiscutibilmente glamour.

La consistenza di questo smalto è diversa da quella che ci possiamo aspettare: è un prodotto molto più denso di un colore qualsiasi e ricorda molto da vicino un gel; in ogni caso si stende bene e si asciuga rapidamente, cristallizzandosi sulle unghie.
Il finish è glossy e ultra brillante e non necessita dell’applicazione di un ulteriore top coat.
La mia paura è che proprio questa consistenza quasi lattaginosa seccherá più rapidamente il prodotto in boccetta, facendolo durare di meno.
Purtroppo il rischio per questi smalti è questo e notarlo è facile, perché ad un certo punto diventano difficili da stendere e impossibili da asciugare, segno che a contatto con l’aria nel continuo “apri/chiudi” si sono seccati.
Adesso è presto per dirlo ma starò attenta a questo aspetto e vi aggiornerò tra qualche mese.
L’ho provato anche tono su tono come top coat per uno smalto rosa: più che intensificare il colore – che comunque era un bel fucsia già molto intenso di suo – ha donato un bellissimo effetto gel alla manicure, sigillando a dovere la base.
Come regola generale tenete presente che più sarà chiaro il colore che si applicherà sotto, più si potrà apprezzare l’effetto acquarello di questi smalti, che oltre ad essere usati da soli possono anche essere sovrapposti per creare nuovi colori (ad esempio giallo+blu=verde).
Perché ho scelto questo proprio smalto per viaggiare, ritenendo che fosse una scelta pratica?
Questi smalti sono molto resistenti e comunque, anche in caso di piccole scheggiature, mantengono sempre un effetto d’insieme impeccabile, soprattutto il rosa e il viola che più degli altri due si “confondono” con il colore naturale dell’unghia.
Si rovinano molto meno di un colore pieno, e dato che viaggiando può capitare di danneggiare lo smalto senza poi avere la possibilità di stenderlo di nuovo, ho pensato di togliermi il pensiero con una manicure che sicuramente non mi avrebbe dato problemi!
Perché se c’è una cosa che detesto, è proprio lo smalto sbeccato qua e là!
Il mio giudizio per gli Sheer Tint è assolutamente positivo e mi sento di consigliarli soprattutto alle ragazze che non amano star dietro a manicure complicate, pur desiderando per le loro unghie un tocco di colore delicato, facile da gestire e a lunga durata.
Vi consiglio di cercare in rete le immagini delle favolose “rainbow manicure” che molte hanno realizzato proprio con questi prodotti: bellissime da vedere!
Qualcuna di voi conosce già questi smalti e li ha provati, magari dopo un acquisto al Cosmoprof? Fatemi sapere le vostre opinioni.

A presto, dalla vostra Esteta.

Tag

Lascia un commento

0 risposte a “OPI Sheer Tint review”

  1. Ho un po’ la fissazione della lunetta coperta (non ha un bel colore di suo), ma un effetto simile lo ottengo con uno smalto di Sephora che avevo ricevuto come regalo di compleanno. Lattiginoso al punto giusto, poco coprente, effetto unghia curata assicurato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *