Home » Off Topic » Come pulire e lavare gli stivali Ugg alla perfezione!
Off Topic

Come pulire e lavare gli stivali Ugg alla perfezione!

Se anche tu possiedi un paio di stivaletti Ugg sicuramente ti sarai chiesta, almeno una volta: ma come posso fare per pulirli e lavarli senza rovinarli?
L’argomento trattato in questo post è piuttosto off topic rispetto a quelli di cui tratto abitualmente, ma dato che sulla pagina Facebook e sul profilo Instagram mi è stato ripetutamente chiesto di spiegare come ho fatto, ti racconto volentieri quale procedimento ho seguito e quali prodotti ho usato per pulire e lavare con soddisfazione i miei adorati stivali Ugg.

Proseguendo nella lettura, potrai saperne di più su:

  • i prodotti per la cura della pelletteria che ho usato per pulire e lavare gli Ugg;
  • il procedimento che ho seguito e che mi ha permesso di avere stivali belli e puliti come nuovi.

Pronta per risolvere per sempre questo annoso problema? Andiamo!

Pulire e lavare gli Ugg: quali prodotti ho scelto di utilizzare

Prima di entrare nel vivo, un paio di doverose premesse.

La prima è che io possiedo due paia di questi ambiti stivaletti e che li utilizzo prestando estrema attenzione.
Come senz’altro saprai, sono scarpe molto costose – il modello delle foto di questo post credo costi sui 220 euro – per cui non sono solita utilizzarli in contesti in cui potrebbero sciuparsi facilmente. Tipo scampagnate nel bosco, passeggiate sulla spiaggia e giornate con tempo instabile che minacciano pioggia.

Secondariamente, i prodotti che ho utilizzato e di cui ti parlo in questo post sono stati sperimentati solo sul modello classico, quello con la pelle non trattata con il colorante.
Se i tuoi Ugg sono di un colore diverso da questo, il mio consiglio è di verificare al momento dell’acquisto dei prodotti se siano adatti anche per pellami colorati.

Gli Ugg sono stivali perfetti per l’inverno perché sono caldissimi e molto comodi.
C’è chi sostiene che siano quanto di più brutto si possa vedere ai piedi di una donna (del resto Ugg sta per “ugly”, che in inglese significa “orribile”), ma fortunatamente non sono sensibile alle critiche in ambito fashion, per cui quando arriva il freddo li indosso spessissimo, anche tutti i giorni.
Inoltre ormai, volenti o nolenti, fanno tendenza, ed ogni anno escono nuovi modelli o collezioni limitate in collaborazione con stilisti famosi che li rendono ancor più appetibili!

Non sono una di quelle ragazze che se non ha i vestiti firmati non esce di casa – questa fase mi è durata poco persino al liceo! – ma con gli Ugg ti consiglio di non buttare soldi nei modelli non originali, perché la scarpa originale ha alcune caratteristiche che nessun fake potrà avere. Intanto, diversamente da quello che si potrebbe pensare guardando gli stivali non originali, gli Ugg sono molto solidi ed hanno una suola che non si deforma facilmente. Tengono quindi la forma senza rompersi, cosa che nei modelli a poco prezzo non è garantita.
In più sono fatti con materiali di qualità più resistenti, che anche in caso di macchie reggono molto meglio un eventuale trattamento.
Insomma, con gli Ugg il mio consiglio è quello di puntare agli originali, magari risparmiando per un po’, e se proprio hanno un costo proibitivo per il proprio portafogli di non comprarli affatto.

I miei Ugg hanno avuto un paio di episodi al cardiopalma per quanto riguarda le macchie, perché purtroppo sono stivali molto delicati e rischiare di macchiarli è un gioco da ragazzi.

Il primo episodio risale a qualche anno fa: stavo partecipando alla dimostrazione di un nuovo fondotinta liquido, quando accidentalmente la boccetta è caduta a pioggia sui miei stivali gettandomi nel panico.
In quell’occasione ho temuto veramente di doverli buttare, ma la soluzione del problema si è dimostrata più semplice del previsto. Recandomi nel negozio dove sono stati comprati, mi è stato consigliato di acquistare una spazzolina abrasiva specifica per camoscio e nabuk e di spazzolare delicatamente le macchie a fondotinta completamente asciutto.
La spazzolina è quella che vedete nelle immagini più sotto e il sistema ha funzionato alla perfezione, nonostante il mio scetticismo.
Il fondotinta secco, infatti, si è sbriciolato come polvere sotto le setole della spazzola, lasciando solamente un alone invisibile.
Non ho delle foto del danno ma vi garantisco che il risultato è stato veramente impeccabile!

Stai cercando una spazzola simile? Eccola qui!

Veniamo adesso al secondo episodio, quello che mi ha fatto venire in mente l’idea di questo post.
Nonostante tutta la mia attenzione alle previsioni meteo, qualche giorno fa li ho indossati nella classica giornata che parte col sole e si gira a pioggia all’improvviso!
Sono stata colta da una vero e proprio temporale e i miei Ugg si sono completamente inzuppati.
Voi direte “si, va beh, ma è solo acqua”, ed è quello che credevo anche io, salvo rendermi conto che una volta asciugati la punta presentava una macchia diffusa simile ad una chiazza di unto che non va più via.Come pulire e lavare gli stivali UggLi ho lasciati ad asciugare per ben 2 giorni, senza esiti, al che mi sono nuovamente recata dove sono stati comprati e mi hanno consigliato di acquistare uno shampoo per calzature specifico per lo shearling e il camoscio.
Ti segnalo che sul sito Ugg viene venduto anche un kit di cura e manutenzione che contiene, appunto, uno shampoo, uno spray anti-pioggia, una spazzolina e un deodorante per l’interno.
Io lo stavo per acquistare, ma poi mi sono stati consigliati dei prodotti equivalenti ed ho preferito comprare questi, perché almeno il calzolaio che me li ha venduti mi ha dato tutti i suggerimenti per usarli correttamente.Lavare gli UggPulire e lavare gli stivali UggPulire e lavare gli stivali UggSu alcuni forum si consigliano anche prodotti di uso comune come saponi delicati per bucato, aceto e acqua in parti uguali, dentifricio… io in generale non credo a questi metodi e vi consiglio di affidarvi solo a prodotti pensati appositamente per le scarpe.

Pulire e lavare gli Ugg: come ho fatto?

  1. Per prima cosa ho riempito una bacinella con acqua fredda e ho tamponato delicatamente tutta la scarpa con una spugna bagnata e ben strizzata.
  2. Sulla scarpa perfettamente ed uniformemente bagnata ho fatto poi lo shampoo.
    Ho applicato sulla spugnetta una piccola quantità di prodotto direttamente dalla boccetta ed ho tamponato delicatamente la scarpa, avendo cura di insistere proprio sulla punta per rimuovere lo sporco e l’alone precedente.
    Mi raccomando siate delicati in questa operazione, per evitare di rovinare la pelle!
  3. Una volta lavato tutto con lo shampoo, ho preso una spugnetta pulita e dopo averla bagnata ho eliminato l’eccesso di sapone dagli Ugg.
  4. A questo punto ho inserito all’interno delle palline di carta assorbente per far mantenere agli stivali la loro forma e consentire una rapida asciugatura e li ho messi all’aperto in un punto ombreggiato.

ATTENZIONE:

  • NON asciugare ad una fonte diretta di calore;
  • NON mettere alla luce diretta del sole;
  • NON mettere sotto al termosifone;
  • NON usare il phon!

Tutte queste operazioni, che potrebbero sembrare dei modi furbi per fare prima, sono quanto di peggio possiate fare per i vostri stivali!
Gli Ugg lavati si devono asciugare in modo naturale, possibilmente in un luogo fresco ed arieggiato, senza fretta.
Impiegano diverse ore per asciugare, io li ho lasciati stare per 24 ore per essere tranquilla che fossero completamente asciutti.

Pulire e lavare gli stivali UggUna volta asciutti, li ho spazzolati delicatamente in una sola direzione seguendo il verso del pelo ed ho applicato lo spray protettivo per la pioggia, tenendo la bomboletta a circa 20 cm di distanza dallo stivale: l’effetto finale mi ha davvero sbalordito!

I miei Ugg sono tornati come prima, di un bel colore uniforme, puliti e senza macchie o aloni.Pulire e lavare gli stivali UggPulire e lavare gli stivali UggQuesto metodo di lavaggio mi ha completamente soddisfatto ed è per questo mi sento di suggerirlo a tutti coloro che abbiano la necessità di lavare i propri Ugg, magari perché macchiati in qualche punto oppure solo per dare una bella rinfrescata allo stivale dopo tanto tempo di utilizzo!

I prodotti mostrati in questo post sono stati acquistati da un calzolaio ma potete trovare prodotti analoghi anche su Amazon:

Spray impermeabilizzante per camoscio e nabuk Spazzola per la pulizia della scarpa Detergenti e shampoo per pelle e nabuk

In particolare lo shampoo (marca: Reflex) e lo spray (marca: Prestige) sono costati, insieme, 15 €, mentre la spazzolina l’ho pagata circa 10 euro.
Le confezioni sono grandi, vi dureranno una vita, e comunque possono essere usati su tutte le calzature in camoscio.
Lo shampoo è adatto non solo per togliere aloni di acqua e neve ma anche per macchie di olio e grasso. Lo spray, invece, andrebbe applicato prima del primissimo utilizzo, in modo da offrire alla scarpa una protezione ottimale.

Ti è stato utile questo post su come lavare e pulire gli Ugg?
Hai mai provato a farlo? Sei rimasta soddisfatta del procedimento utilizzato o forse avresti preferito leggere prima questo articolo?

Ti aspetto nei commenti per parlarne insieme.

Lascia un commento

3 risposte a “Come pulire e lavare gli stivali Ugg alla perfezione!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Iodase - Promozione Crema Corpo Idratante Hydrafil in Omaggio

Social


Sezioni Dedicate

Armani
ARTDECO
Astra
Bakel
Beleza Pura
Benefit
Benessere
Bottega Verde
Cantoni
Catrice
Chanel
Clarisonic
Deborah Milano
Dior
Essence
EuPhidra
KIKO
L'Oreal
Lancome
LUSH
MAC Cosmetics
Maybelline
NABLA Cosmetics
NARS
Pupa
Rimmel London
SEPHORA
Urban Decay
Wycon
Yves Saint Laurent