Home » Capelli » Colorazione » Rainbow Hair: è veramente una moda da seguire?
Rainbow hair moda capelli
Colorazione

Rainbow Hair: è veramente una moda da seguire?

Rainbow Hair, ovvero l’ultima moda capelli che impazza su tutti i social.

Vi basta fare un giro su Instagram e Pinterest ed inserire la chiave di ricerca “Rainbow Hair” per ammirare decine e decine di immagini di bellissime ragazze con lunghi capelli dai mille colori!

Rainbow Hair moda
Credit: Pinterest vebston-rose.tumblr.com

 

Rainbow Hair moda
Credit: Pinterest Instagram @hieucow

Sono belli a vedersi? Certamente, non dico il contrario!
Ma ormai lo sapete, io sono per un concetto di bellezza naturale e poco artefatto e così, guardando queste immagini, mi sono chiesta: ma cosa succede se qualcuna prova a replicare questo risultato?

La domanda sorge spontanea, perché non mi stancherò mai di dirlo: quello che vedete sui social non è tutto reale, anzi!
Siamo in poche a batterci per un concetto di semplicità e quando postiamo foto naturali ci sentiamo spesso rispondere che le foto sono poco curate, poco belle.
Perché è evidente, il pubblico vuole cose sensazionali, sempre.

Il pubblico vuole sempre cose sensazionali

Il problema è che, poi, questo stesso pubblico prova a rifare a casa ciò che vede sul web.
Non tenendo in considerazione alcuni fattori importanti, come ad esempio:

  • il fatto che per ricreare certe tecniche siano necessari ingenti investimenti economici e la supervisione di un professionista;
  • Il fatto che le immagini spesso non siano reali, ma ricreate con photoshop;
  • il fattore temporale: ok, appena fatta è bellissima, ma dopo?!

Non voglio smontare i sogni di nessuno e non voglio essere troppo cinica, ma con il post di oggi vorrei analizzare da un punto di vista obiettivo cosa comporta realmente fare una colorazione di questo tipo sui propri capelli e, per farlo al meglio, ho fatto un po’ di domande a diversi parrucchieri.

Rainbow Hair, il paradiso della decolorazione

Eh già ragazze, c’è poco da fare: se il vostro desiderio è quello dei capelli unicorno, preparatevi ad una massiccia operazione di decolorazione dei vostri capelli.
Anche se sono chiari? Anche se sono chiari.
Ma per forza? Si, per forza.

Non c’è scampo a questo passaggio preliminare, i colori brillanti che vedete nelle immagini di Instagram e Pinterest sono una combinazione di colori intensamente pigmentati su base decolorata e foto ritocco.
E questo che vuol dire? Che nonostante tutto, la brillantezza potrebbe non essere quella che vi aspettate!

La decolorazione è un procedimento incredibilmente invasivo per il capello, che ne danneggia la struttura. In gergo si dice proprio che spacca il capello.
Questo significa non solo che i capelli ne usciranno indeboliti ma che, oltretutto, diventeranno ispidi e perderanno la loro morbidezza e brillantezza naturali.

Rainbow Hair, cosa succede dopo la colorazione?

Ho deciso di fare i capelli di tutti i colori dell’arcobaleno, sono andata da un parrucchiere, me li sono decolorati, mi ha fatto il colore.

WOW!

E ora?
Già, la domanda sembra banale, perché quando si guardano le foto sui social non ci pensiamo.
Ma dopo, una volta a casa, quanto mi dura il colore? Quanti ritocchi devo fare?

I Rainbow Hair hanno una durata veramente limitata nel tempo.
I parrucchieri che ho consultato sono concordi nel dire che un colore del genere, su base decolorata e fatta con pigmenti semi permanenti, non duri più di 20 giorni.
E questo perché il colore attacca solo sulla parte più esterna del capello, scaricando tantissimo in fase di lavaggio.

Questo significa che questo tipo di colorazione richiede un’incredibile opera di manutenzione a casa, da fare con trattamenti specifici protettivi dietro suggerimento del vostro parrucchiere.
Mettete in conto un bel po’ di tempo per lavare i capelli e tanta attenzione alla ricrescita.

Perché, ve lo dico: se c’è qualcosa di più brutto della classica ricrescita, è sicuramente la ricrescita su una colorazione di questo tipo!
Potete fidarvi.

Rainbow Hair, ma posso farla da sola?

Lo so, la tentazione è grande.
Perché dai, cosa ci vorrà mai, mi compro qualche colorazione strana, magari importata dall’Inghilterra, oppure quelle nuove di L’Oreal, come si chiamano… ah si, le Colorista, mi guardo un mini tutorial su Instagram di 2 minuti e via, sono pronta per fare da sola!

Ragazze, per carità!

Credere di poter ottenere a casa un risultato professionale con una tecnica complessa come quella della colorazione arcobaleno è una leggerezza che vi andrebbe a costar cara!
Qui non si tratta di fare una tinta tono su tono, con il proprio colore naturale.
Qui si tratta di andare a stravolgere completamente e per un periodo di tempo molto lungo la propria colorazione naturale. Mi sembra che ci siano tutti gli estremi per ricorrere ad un professionista!

Non improvvisatevi mai su una cosa del genere, il rischio è quello di dover rasare a zero i capelli!

Sto esagerando? Forse, ma è meglio non rischiare!

Rainbow Hair moda
Credit: Pinterest Instagram @bescene

In conclusione ragazze, cosa voglio dirvi con questo post sui Ranibow Hair? Di stare attente.
Di non farvi abbagliare dalle mode dei social e di valutare sempre, insieme ad un professionista serio, le conseguenze di quelle che sono a tutti gli effetti delle mode sceniche molto difficili da replicare con successo da sole.
Perché le mode passano mentre i vostri capelli… restano.

Qual è la vostra opinione su questa tecnica di colorazione? Vi piacerebbe provarla oppure non vi incuriosisce affatto? Concordate con la mia ricostruzione?
Aspetto di leggere i vostri commenti!

 

 

 

Tag

Lascia un commento

0 risposte a “Rainbow Hair: è veramente una moda da seguire?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Douglas

Social


Sezioni Dedicate

Armani
ARTDECO
Astra
Bakel
Beleza Pura
Benefit
Benessere
Bottega Verde
Cantoni
Catrice
Chanel
Clarisonic
Deborah Milano
Dior
Essence
EuPhidra
KIKO
L'Oreal
Lancome
LUSH
MAC Cosmetics
Maybelline
NABLA Cosmetics
NARS
Pupa
Rimmel London
SEPHORA
Urban Decay
Wycon
Yves Saint Laurent

Post più condivisi

Post più letti