Home » Make Up » Unghie » Tutto quello che c’è da sapere sugli smalti top coat, parte III: mat, mat, mat!
Unghie

Tutto quello che c’è da sapere sugli smalti top coat, parte III: mat, mat, mat!

Buon 1 maggio a tutti voi!

Come state festeggiando questo giorno di festa e riposo?

Io sono andata a fare un pic nic in un parco molto bello della mia città, in compagnia del mio fidanzato e di una coppia di amici, ma ad un certo punto… ha iniziato a piovere a dirotto!

Per questo motivo sono tornata a casa e adesso, dato anche che Domenica ho saltato e oggi è comunque festa, ne approfitto per parlarvi dei top coat ad effetto vellutante o mat per chiudere così la serie “Tutto quello che c’è da sapere su…” dedicata, appunto, agli smalti top coat.

Iniziamo subito col dire che questa tipologia non è tra le mie preferite, tuttavia negli anni passati hanno conosciuto una loro fortuna e penso sia giusto inserirli nel novero degli smalti top coat.

Se penso al top coat effetto mat, il primo che mi viene in mente è uno di Chanel uscito qualche anno fa, se non sbaglio proprio nel 2011 quando uscì il famoso Le Vernis n. 08 Pirate, quello che doveva essere lo smalto rosso perfetto ma che ai miei occhi si palesò… come uno smalto rosso normale!

In quella mini collezione composta solo da smalti e rossetti iniziarono a fare la loro prima apparizione i rouge allure velvet, i rossetti Chanel mat dall’effetto super satinato.

Proprio per questo, mi pare, venne presentato questo smalto top coat che conferiva alle unghie smaltate lo stesso finish del rossetto mat.

Chanel top coat mat

Chanel mat top coat nail polish swatchNaturalmente Chanel non è l’unica che propone questo tipo di smalto, per cui se desiderate provare questo effetto sulle unghie sappiate che la gamma spazia davvero tra tutte le fasce di prezzo.

KIKO, ad esempio, al costo di 4,90 €, propone il suo “3 in 1 mat”, che è una base uniformante ma anche un top coat effetto opaco.

KIKO 3 in 1 matPersonalmente non l’ho mai provata, forse potrei fare un tentativo per vedere come se la cava come base uniformante, se effettivamente livella le imperfezioni dell’unghia e aiuta a conferire alla manicure un effetto più uniforme, la mia paura è che vada ad alterare il finish del colore che ci va applicato sopra e questo sarebbe molto male dal mio punto di vista!

Inoltre so che questo prodotto è adatto, data la sua finitura opaca, anche per la manicure naturale per i maschietti… chissà se qualcuno l’ha provata davvero! 😉

So che anche Essence, OPI, Essie e Sinful Colors hanno un prodotto analogo, ma sfortunatamente non posso esservi di grande aiuto perchè io non li ho mai provati, per cui chiedo a qualcuna di voi che invece li usa di raccontare la sua esperienza nello spazio commenti, così da vedere un po’ quali sono le opinioni in merito.

Forse arrivate a questo punto vi starete chiedendo perchè io non ami il finish mat che danno questi smalti e la risposta è semplice: lo smalto deve essere lucido, almeno secondo me!

il finish mat inoltre è piuttosto delicato – contrariamente a quello che si potrebbe pensare guardando le foto – e basta un nulla per rovinarlo inesorabilmente.

Ho provato in passato due smalti mat e vi posso dire che se mi son durati sulle unghie due giorni era già un grande risultato.

Per quanto riguarda il mio gusto personale, molto molto meglio gli smalti Softouch che Layla ha fatto uscire l’anno scorso all’inizio dell’estate (vi ricordate il post? http://trucchideltrucco.wordpress.com/2012/08/08/layla-smalto-softouch-effect/), in quanto in quel caso l’effetto non era nè opaco nè mat ma, più semplicemente, leggermente “gommoso”, pur senza perdere la brillantezza del colore.

E voi cosa ne pensate del mat effect?

Vi piace in total lokk, lo preferite per creare qualche nail art particolare oppure proprio non fa per voi?

Attendo le vostre opinioni sul punto e vi saluto al prossimo post!

La vostra Esteta.

Lascia un commento

0 risposte a “Tutto quello che c’è da sapere sugli smalti top coat, parte III: mat, mat, mat!”

  1. Io ho due top coat di essence effetto matt: uno leggermente più intenso dell’altro. Erano di un paio di collezioni permanenti fa e devo dire che, sebbene prediliga l’effetto lucido, il matt è sfizioso per fare le french a contrasto! *-*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Douglas

Social


Sezioni Dedicate

Armani
ARTDECO
Astra
Bakel
Beleza Pura
Benefit
Benessere
Bottega Verde
Cantoni
Catrice
Chanel
Clarisonic
Deborah Milano
Dior
Essence
EuPhidra
KIKO
L'Oreal
Lancome
LUSH
MAC Cosmetics
Maybelline
NABLA Cosmetics
NARS
Pupa
Rimmel London
SEPHORA
Urban Decay
Wycon
Yves Saint Laurent

Post più condivisi

Post più letti