Home » Cura del Corpo » Protezione solare » Solo per pelli abbronzate: olio Monoi de Tahiti – Helan
Protezione solare

Solo per pelli abbronzate: olio Monoi de Tahiti – Helan

Oggi parliamo di abbronzatura.

Perché si sa, per noi italiani non è davvero agosto se non siamo neri come tizzoni (come si dice dalle mie parti!) e arrivati ormai alle porte del Ferragosto le scuse non ci sono più per nessuno: un po’ di mare tocca a tutti, anche ai meno convinti.

Quando la scorsa settimana mi sono messa a preparare le valigie per la mia partenza in Calabria, terra notoriamente baciata da un meraviglioso solleone, ho pensato che poteva essere utile procurarsi anche una confezione del prezioso olio oggetto del post di oggi, esaltante dell’abbronzatura e con uno squisito profumo di fiori tropicali.

L’olio Monoi è un prodotto tipico della cultura polinesiana, utilizzato soprattutto per la cura della pelle e dei capelli e particolarmente apprezzato per la sua tipica fragranza di fiori di Tiarè, che unita alle proprietà nutritive ed emollienti dell’olio di noce di cocco costituisce l’ingrediente principale di questo vero e proprio elisir dell’abbronzatura dei sogni.

L’unica avvertenza per utilizzarlo in sicurezza come stimolante della melanina, è quella di essere già adeguatamente abbronzati, in quanto è un olio piuttosto potente, generalmente privo di filtri solari e che per questo potrebbe provocare scottature o eritemi.

Io vi ho avvertito.

Per la scelta tra la vasta gamma di marchi cosmetici ed erboristici che offrono linee di abbronzanti “Monoi de Tahiti”, ho optato per l’olio prodotto da Helan.

Helan - olio Monoi de TahitiNegli ultimi anni c’è stato un vero e proprio boom di prodotti solari composti in varia percentuale da olio Monoi, da qui l’interrogativo: quale scegliere?

Per sceglierne uno buono, che non danneggi la pelle ma che anzi ne esalti il colore dorato, penso che un buon parametro di scelta può essere dato dal prezzo, che in casi come questo è indicativo di diverse cose.

Per esempio, non credo che un olio veramente composto solo da ingredienti naturali – e vi assicuro che questa è una caratteristica fondamentale per questo tipo di prodotti – possa costare meno di 10 euro, e penso anche che in questi casi risparmiare non convenga, nel senso che poi le conseguenze le paga la nostra epidermide, con rischio di invecchiamento cutaneo precoce.

Gli elementi naturali di cui è composto l’olio hanno un costo, di conseguenza a mio avviso un olio eccessivamente conveniente nasconde una natura chimica più spiccata di quello che vorrebbe far vedere.

Questo di Helan costa 16 euro per 150 ml di prodotto ed ha una scadenza di 12 mesi dall’apertura della confezione.

La texture è molto piacevole e lascia la pelle setosa, senza ungere eccessivamente.

Veniamo all’INCI.

Il 92% degli ingredienti è di origine naturale, e il 10% è di agricoltura biologica.

L’olio di cocco e sesamo è presente al 61,5% e il monoi al 20,5%.

Oltre a questi componenti sono presenti: dicaprylyl ether, un etere di derivazione vegetale ottenuto dal cocco, l’hexyldecyl laurate e l’hexyldecanol, entrambi alcool di derivazione naturale ottenuti dal cocco e insieme al primo con proprietà emollienti; l’octyl methocinnamate, un filtro solare specifico sui raggi UVB; estratto di foglie di rosmarino antiossidante; butyl methoxydibenzoylmethane, filtro solare specifico sui raggi UVA, lecitina estratta dalla soia e con effetto antiossidante, vitamina E anti radicali liberi e antiossidante, vitamina C e acido naturale.

La lista dei componenti è completa e molto chiara, e anche questo è stato un elemento in più che mi ha convinta all’acquisto.

La linea Helan “Monoi de Tahiti” comprende anche altri prodotti specifici per il sole e il dopo sole, una linea dedicata alla cura dei capelli ed anche una linea di make-up specifica per la spiaggia!

Devo confessare che ero indecisa se comprare l’olio o il burro superabbronzante, ma alla fine ho preferito andare sul classico.

Vorrei provare per i capelli la maschera dopo sole rigenerante e nutriente, visto che di questi tempi tra sole, salsedine e lavaggi frequenti il bisogno di ristoro per i miei ricci è al primo posto dell’ordine del giorno!

Attendo i vostri commenti per sapere cosa ne pensate del Monoi de Tahiti, anche di altre linee che avete avuto modo di testare!

A presto, dalla vostra Esteta.

E buona abbronzatura!

Lascia un commento

12 risposte a “Solo per pelli abbronzate: olio Monoi de Tahiti – Helan”

  1. Purtroppo non potro seguire questo tuo consiglio 🙁
    La mia abbronzatura al 12 di Agosto è meno che inesistente, e dovro’ partire da zero al caldo di Istanbul e di Santorini…. meglio usare qualche filtro va!

  2. domanda: ma è sicuro prendere il sole senza alcun tipo di protezione, anche se si è già abbronzati?? e l’invecchiamento della pelle?!! esteta delucidaci!

    • Chiaramente una protezione seppur minima sarebbe sempre necessaria, lo dobbiamo dire.
      Se non sbaglio proprio una direttiva dell’UE ha imposto sulle etichette delle creme solari la dicitura “protezione bassa”, “protezione media” e “protezione alta” accanto al fattore di protezione.
      Ormai il fattore di protezione 6 è considerato basso (quasi inesistente, per la verità) e bisognerebbe usare una crema con una protezione almeno di 15 😐

      Personalmente (e sottolineo personalmente!) una volta arrivata al massimo possibile della mia abbronzatura dismetto le creme protettive ed inizio con l’olio, a volte con protezione a volte -come in questo caso- no, cercando di evitare comunque il sole nelle ore più calde (dalle 13 alle 16) e soprattutto cercando di mantenere la pelle sempre idratata per evitare che si formino screpolature e, di conseguenza, piccole rughe.
      Ovviamente non posso dire che andare al mare senza alcun tipo di protezione faccia bene, infatti l’ho premesso sin dall’inizio anche nel post 😉

      Insomma, abbiate giudizio e ATTENTE A NON ARROSTIRVI, DONNE,

  3. Esteta, a Londra piove e tira vento, e io sono bianca come un lenzuolo. A fine agosto/inizio settembre andrò in Grecia: vado di protezione 30 o 40? 🙂

  4. E’ SEMPRE bene esporsi al sole evitando le ore più calde ( dalle 13 alle 16 come sottolineava la nostra Esteta), ma ancora più importante è bene avere SEMPRE una protezione che va scelta in base al nostro fototipo, ovvero al nostro colore della pelle. La protezione solare infatti preserva la nostra pelle, non solo dall’invecchiamento precoce, ma soprattutto dall’insorgenza di tumori della pelle, primo fra tutti il melanoma che ahimè è in aumento negli ultimi anni specialemente tra i giovani. Abbronziamoci sì, ma con prudenza 🙂

  5. Vorrei anche suggerire un prodotto fantastico, Esteta se lo hai provato dimmi che ne pensi, che risponde al nome di doposole effetto ghiaccio di Bottega Verde. E’ molto buono, lascia un ottimo profumo e dà veramente una sensazione rinfrescante.. ottimo anche quello al cocco, ma il rinfrescante è il mio preferito

    • No, non l’ho provato, anche se penso che lo proverò visto che sono alla ricerca di un buon doposole che mi aiuti a mantenere l’abbronzatura pi a lungo una volta finita -pianto e stridore di denti- l’estate.
      Costo?
      Io ho provato un campioncino dell’Erbolario che mi sembrava buonissimo, sono più orientata in quel senso…

      Ottimo il tuo post sui rischi di un’abbronzatura irresponsabile. Correggimi se sbaglio dicendo che il problema, oggi come oggi, è anche l’uso sfrenato delle lampade abbronzanti, in molti casi protratto per tutto l’anno.

  6. No no non sbagli affatto. L’uso scriteriato delle lampade, protratto per tutto l’anno aumenta il rischio di sviluppo di malattie della pelle e provoca il bruttissimo effetto di invecchiamento precoce. Personalmente inoltre, ma ripeto è solo gusto mio personale, trovo il colorito mogano della pelle a gennaio veramente fuoriluogo, anche perchè ormai sappiamo benissimo da dove proviene. Non ci trovo nulla di male a sfoggiare un incarnato chiaro nei mesi più freddi in cui è ovvio che non possiamo andare al mare.. Io personalmete non ho MAI fatto una lampada ed ho sfoggiato il mio colorito bianco latte ogni santo inverno..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Douglas

Social


Sezioni Dedicate

Armani
ARTDECO
Astra
Bakel
Beleza Pura
Benefit
Benessere
Bottega Verde
Cantoni
Catrice
Chanel
Clarisonic
Deborah Milano
Dior
Essence
EuPhidra
KIKO
L'Oreal
Lancome
LUSH
MAC Cosmetics
Maybelline
NABLA Cosmetics
NARS
Pupa
Rimmel London
SEPHORA
Urban Decay
Wycon
Yves Saint Laurent

Post più condivisi

Post più letti